Pesca all'inglese

Tecnica di pesca ereditata dall'inghilterra, alla quale gli uomini della Fassa, specialmente nella persona di Mario Molinari credette immediatamente, organizzando nel canale di Ostellato varie edizioni di un trofeo con moltissimi partecipanti, dedicato a questa splendida tecnica, che prevede l'utilizzo di un galleggiante montato in maniera definita strana, perchè quando la lenza è fuorri dall'acqua il galleggiante è a penzoloni sulla lenza. I primi galleggianti erano chiamati Billy, in onore di Billy Lane che vinse il mondiale del 1963 e succcessivamente vinto da campioni come Tom Pickering o Bob Nudd.Ma la vera esplosione di questa tecnica in Italia avvenne nel 1985 quando gli inglesi stracciarono gli avversari nel mon diale svoltosi a Firenze nell'Arno.Questa tecnica richiede molta precisione nel lancio ( si lancia fino ad 80metri ed oltre) per cui anche la pasturazione dev'essere molto precisa e viene effettuata con fionde molto potenti.I galleggianti utilizzati possono essere del tipo piombato o non piombato, con alette direzionali o senza alette direzionali e ve ne sono versioni studiate per essere sfruttati con la classica lenza fissa o con galleggiante montato a scorrevole.Le canne specifiche per questa tecnica normalmente sono di tre sezioni ad innesto ed  hanno la lunghezza massima di 4,80 metri per lanciare dei billy pesanti per raggiungere distanze di oltre 80 metri.

 

Cookie